Baraccopoli in tempi record. Stato efficiente solo per i clandestini. Vergogna

Como: Molteni, arrivate prime "case prefabbricate". Baraccopoli  in tempi record. Stato efficiente solo per i clandestini. Vergogna.

 
Roma, 31 ago. - "È una vergogna che in tempi record governo, comune di Como e prefettura abbiano già iniziato ad allestire, oggi sono arrivate le prime case prefabbricate, una vera e propria baraccopoli, un quartiere ghetto con tutti i servizi annessi per oltre 300 clandestini nell'area ex Rizzo quartiere san Rocco a Como. Una decisione, questa, calata come una vera e propria mannaia, sopra le teste delle famiglie residenti mai interpellate e coinvolte dalle istituzioni locali. E' inaccettabile e ingiusto che famiglie e cittadini si troveranno una favelas con oltre 300 falsi profughi davanti la propria abitazione". Così il deputato comasco della Lega Nord Nicola Molteni.
 
"Lo stato razzista si dimostra per l'ennesima volta rapido, efficiente e puntuale solo quando si tratta di accogliere e dare ospitalità a clandestini e finti profughi e garantire loro diritti e servizi gratuiti alla faccia dei comaschi.  Quando, invece, si tratta di aiutare cittadini lariani, lombardi o italiani o aziende locali in difficoltà lo stato e il governo latitano sono assenti e inefficienti. Siamo di fronte all'ennesima discriminazione a danno dei comaschi. Voglio proprio vedere se nei prossimi giorni il presidente del consiglio e mezzo governo, ospiti a Cernobbio al forum Ambrosetti,  oltre ad intrattenersi con i big della grande finanza mondiale si degneranno di mettere piede nel bivacco della stazione san Giovanni a Como o all'hot spot di via Regina e toccare con mano la vergogna, il degrado e il fallimento delle politiche filo immigrazioniste del suo esecutivo. Sono disponibile - conclude Molteni - ad accompagnare personalmente Renzi per un sopralluogo in stazione o nella baraccopoli di via Regina e chiedere il ripristino della legalità per riconsegnare Como ai comaschi e ai turisti che la amano".