comprar viagra contrareembolso LegaNord Provincia Como

Home

CANTU’: LEGA, 33 PRESUNTI PROFUGHI NASCOSTI A TUTTI. CHI SONO?

Roma, 22 mar. - "Sono 33 presunti profughi a Cantù e non 6! Leggendo gli atti della "Commissione di inchiesta sul sistema accoglienza della Camera" abbiamo scoperto, infatti, che a Cantù i profughi o "falsi"tali sono 33 e non 6! Ospitati in appartamenti privati o pubblici, non si sa, gestiti dalla cooperativa Intesa Sociale e, stranamente, tutti maschi! Nessuno, però, sapeva nulla!! Chi sono? A quale nazionalità appartengono? Da quanto tempo sono ospitati a Cantù? Hanno precedenti penali?? A che punto è la domanda di asilo? Il Comune sapeva o ha taciuto? Mentre Renzi accoglie, Bruxelles brucia per mano del terrorismo islamico. Vergogna!” Questo il pensiero di Nicola Molteni, deputato comasco della Lega Nord, del segretario cittadino della Lega di Cantù Riccardo Volonterio, del capogruppo in consiglio comunale Alessandro Brianza e del responsabile immigrazione del carroccio lariano, Roberto Moscatelli.

 

 

COMASCA ARRUOLATA NELL'ISIS.

COMO:MOLTENI, COMASCA ARRUOLATA NELL'ISIS. ALLARME GRAVISSIMO PER IL TERRITORIO LARIANO. LEGA SI SCAGLIA CONTRO GOVERNO MA RENZI DORME

Roma, 18 mar. -" Alfano e Renzi dormono, si vendono alla Turchia aprono le porte del paese a una invasione di massa, tagliano risorse alla sicurezza e alle forze di polizia e intanto il terrorismo di matrice islamica si radicalizza a Como nel l'indifferenza generale". Il deputato comasco Nicola Molteni commenta così l'ennesimo caso di arruolamento di cittadini italiani all'estremismo islamico. "E' grave e vergognoso quanto sta accadendo. Alice Brignoli, classe 77 cittadina italiana comasca convertita all'islam radicale e trasferita in Siria a fiancheggiare e a combattere per il califfato islamico, è solo l'ultimo caso di quanto il terrorismo islamico ora risiede in casa nostra, nella provincia comasca. Abbiamo il terrorismo in casa e il Governo continua ad aprire le porte del paese a clandestini senza identità e a possibili terroristi, taglia soldi alle forze dell'ordine, garantisce impunità e salvacondotti a criminali. È una follia, un fatto gravissimo per la sicurezza della provincia di Como, nonostante l'allarme più volte da noi denunciato nel disinteresse totale del Governo di Roma". Molteni, che oggi presenta un'interrogazione al governo per avere ulteriori elementi di chiarezza su questo ennesimo caso di presenza del terrorismo islamico nel comasco, chiede l'immediata chiusura di tutti i luoghi di culto islamici, moschee, centri culturali tali o presunti tali nel comasco, più uomini e più Risorse per le forze di polizia. "Si sta rischiando col fuoco - conclude il deputato del Carroccio -. Mentre il califfato ci domina e ci conquista a Como si spendono quasi 20 milioni di € per alimentare il business dell'accoglienza di falsi profughi. Siamo al suicido della nostra identità".

 

Venerdì 18 Marzo

COMO: MOLTENI, IN ARRIVO NUOVI GIUBBOTTI ANTIPROIETTILE PER POLIZIA

Roma, 8 mar. – “Finalmente siamo riusciti a far impegnare il governo a sostituire i giubbotti antiproiettile in dotazione alla polizia di Como, visto che stavano per decorrere i 10 anni di utilizzo. A seguito della mia interrogazione, infatti, il ministero dell’interno ha promesso i nuovI giubbotti”. Così Nicola Molteni, deputato comasco della Lega Nord. “La sicurezza di chi ci protegge non può mai passare in secondo piano. Da parte nostra, infatti, la battaglia a tutela della dignità e della sicurezza dei nostri poliziotti non è ancora finita:  vigileremo affinché l’impegno preso dal governo venga rispettato fino in fondo.  Un risultato importante - conclude Molteni  - conseguito grazie anche al sostegno del SAP di Como che rappresenta un primo passo verso una maggiore sicurezza del corpo di polizia e dei cittadini”.