Home

Crescere è anche saper dire di NO

 

A TUTTI I MILITANTI


Abbiamo il piacere di invitarvi al convegno "No alla Riforma Costituzionale - Crescere è anche saper dire di NO"

L'incontro si terrà domenica 25 settembre nell'incantevole cornice dell'OASI NATURALISTICA DI BAGGERO, a Merone in via cava Marna 2, il primo degli eventi ufficiali nell'ambito degli incontri relativi al fronte del NO alla riforma costituzionale nell’erbese. 

Organizzato dalla CIRCOSCRIZIONE LEGA NORD di ERBA, presso la sala convegni, dalle 18:00, il Sen. ROBERTO CALDEROLI, vicepresidente del Senato, ci guiderà alla scoperta della riforma, spiegandoci tutte le motivazioni per cui CRESCERE È ANCHE SAPER DIRE DI NO!

A seguire, dalle ore 20:00 circa, presso l’adiacente punto ristoro del centro parco sarà possibile cenare in compagnia dei nostri esponenti locali; in allegato il menù proposto per la serata.

Per informazioni e/o adesioni:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
oppure
3381667149 - Stefano
 
 

LEGA NORD IN FESTA



A CANTU' LEGA NORD IN FESTA 
9-10-11 settembre

al CAMPO SOLARE di via Giovanni da Cermenate 82/a

VENERDI' 9 SETTEMBRE dalle ore 20.00 
MATTEO SALVINI e PAOLO GRIMOLDI


SABATO 10 SETTEMBRE dalle ore 20.30 
ROBERTO MARONI


Calendario serate con i nostri esponenti: 
-VEN. 9/9: Matteo SALVINI, Nicola MOLTENI
Dario BIANCHI - dalle h.22 Paolo GRIMOLDI
-SAB. 10/9: Roberto MARONI, Nicola MOLTENI, Guido GUIDESI
Dario BIANCHI, Toni IWOBI e Gianni TONELLI (Segr.Naz.SAP)
-DOM. 11/9: Prof. Stefano Bruno GALLI, On. Nicola MOLTENI

INIZIATIVE PER I TERREMOTATI DEI MONTI REATINI:

- Troverete alla festa un punto di RACCOLTA FONDI per i terremotati del 24 agosto.
- PASTA ALL'AMATRICIANA nel menù della Festa: su ogni piatto di amatriciana venduto 2€ verranno devoluti alle popolazioni colpite dal terremoto.

Vi aspettiamo numerosi!

Organizzata dalla Circoscrizione LN di Cantù.
Saluti padani!

 

PRESIDIO LEGA NORD


VENERDI' 16 SETTEMBRE dalle ore 10.00 alle ore 18.00 a COMO, via Garibaldi (sotto la sede Provinciale LN)

PRESIDIO LEGA NORD

CONTRO L'INVASIONE DEI CLANDESTINI!

con MATTEO SALVINI (dalle ore 14.00)

Da settimane Como è invasa da centinaia di clandestini che bivaccano a due passi dal centro cittadino.
La Lega Nord chiede lo sgombero immediato del parco davanti alla Stazione S.Giovanni di Como e lo smantellamento del vergognoso centro allestito in via Regina.
Il Segretario Federale Matteo Salvini, nonostante l'impegno della 3 giorni di Pontida, sarà con noi per incontrare i Comaschi e la stampa.
Saranno presenti tutti i nostri esponenti locali e regionali.

E' una battaglia importante, vi aspettiamo numerosi!

L'iniziativa è in collaborazione con la Sezione LN di Como, che sta curando l'organizzazione del gazebo e la richiesta di tutte le autorizzazioni necessarie.

Saluti padani.
Il Segretario Provinciale Fabrizio Turba

 

 

Baraccopoli in tempi record. Stato efficiente solo per i clandestini. Vergogna

Como: Molteni, arrivate prime "case prefabbricate". Baraccopoli  in tempi record. Stato efficiente solo per i clandestini. Vergogna.

 
Roma, 31 ago. - "È una vergogna che in tempi record governo, comune di Como e prefettura abbiano già iniziato ad allestire, oggi sono arrivate le prime case prefabbricate, una vera e propria baraccopoli, un quartiere ghetto con tutti i servizi annessi per oltre 300 clandestini nell'area ex Rizzo quartiere san Rocco a Como. Una decisione, questa, calata come una vera e propria mannaia, sopra le teste delle famiglie residenti mai interpellate e coinvolte dalle istituzioni locali. E' inaccettabile e ingiusto che famiglie e cittadini si troveranno una favelas con oltre 300 falsi profughi davanti la propria abitazione". Così il deputato comasco della Lega Nord Nicola Molteni.
 
"Lo stato razzista si dimostra per l'ennesima volta rapido, efficiente e puntuale solo quando si tratta di accogliere e dare ospitalità a clandestini e finti profughi e garantire loro diritti e servizi gratuiti alla faccia dei comaschi.  Quando, invece, si tratta di aiutare cittadini lariani, lombardi o italiani o aziende locali in difficoltà lo stato e il governo latitano sono assenti e inefficienti. Siamo di fronte all'ennesima discriminazione a danno dei comaschi. Voglio proprio vedere se nei prossimi giorni il presidente del consiglio e mezzo governo, ospiti a Cernobbio al forum Ambrosetti,  oltre ad intrattenersi con i big della grande finanza mondiale si degneranno di mettere piede nel bivacco della stazione san Giovanni a Como o all'hot spot di via Regina e toccare con mano la vergogna, il degrado e il fallimento delle politiche filo immigrazioniste del suo esecutivo. Sono disponibile - conclude Molteni - ad accompagnare personalmente Renzi per un sopralluogo in stazione o nella baraccopoli di via Regina e chiedere il ripristino della legalità per riconsegnare Como ai comaschi e ai turisti che la amano".