Home

Elenco Gazebo in Provincia di Como sabato 20 ottobre e domenica 21 ottobre 2012

Elenco Gazebo in Provincia di Como sabato 20 ottobre e domenica 21 ottobre 2012

GAZEBO Raccolta Firme proposte di legge di inziativa popolare

sabato 20 ottobre 2012

Località dalle alle   Indirizzo
ALSERIO 16.00 18.00   zona Lago
ASSO 9.00 16.00   via Circonvallazione
BELLAGIO 9.00 12.00   Lungolago Europa (a fianco traghetto)
BEREGAZZO CON F. 14.00 18.00   piazza della Repubblica
BREGNANO 10.00 12.00   piazza 4 Novembre
BRENNA 14.00 18.00   parcheggio Oratorio
CADORAGO 9.00 19.00   Largo Clerici (area antistante Coop di Consumo)
CAGLIO 14.00 17.00   piazza del Municipio
CAGNO 14.00 18.00   via Como (parcheggio rondò)
CANTU' 9.00 12.30   piazza del Mercato (piazza Marconi)
CANTU' 14.00 18.30   Largo 20 settembre angolo via Matteotti
CAPIAGO INTIMIANO 9.00 18.00   Intimiano, piazza Berlinda
CARLAZZO 9.00 12.00   strada Provinciale centro paese
CASTELNUOVO B. 8.00 12.00   via A. Manzoni (lato Municipio)
CAVALLASCA 9.00 13.00   via Imbonati zona Municipio
CERNOBBIO 10.00 13.00   piazza Mazzini - portici ex Posta
CIRIMIDO 9.00 13.00   via della Fossa
COMO 9.00 19.00   piazza Boldoni
COMO 9.00 19.00   piazza S. Fedele
COMO 9.00 19.00   Porta Torre - lato mercato
COMO 9.00 19.00   Largo Miglio
COMO 10.30 12.30   Monte Olimpino - piazza Alpini
COMO 15.00 18.00   Sagnino - piazza Circoscrizione
COMO 9.00 12.00   Prestino - piazzale Giotto
CUCCIAGO 9.00 13.00   via per Cantù c/o piazzale dei Caduti
CUSINO 9.00 12.00   piazza S. Giovanni
DREZZO 9.00 12.30   piazza G. Miglio (c/o Comune)
ERBA 9.00 18.00   via 25 Aprile angolo piazza Volta
ERBA 14.00 18.00   piazza del Mercato
FINO MORNASCO 9.30 18.00   via Garibaldi
GIRONICO 9.00 12.30   via Roma (c/o Comune)
GRANDATE 14.00 18.00   via Repubblica
LEZZENO 9.00 12.00   loc. Chiesa 11 - piazzale Comunale
LIPOMO 8.30 12.30   via Cantaluppi - area antistante la Coop
LOMAZZO 9.00 13.00   piazza Stazione
LOMAZZO 9.00 13.00   Manera, piazza Risorgimento
LURATE CACCIVIO 9.00 15.00   piazza del Comune
MARIANO COMENSE 9.00 19.00   via Sant'Ambrogio
MARIANO COMENSE 9.00 13.00   via Porta Spinola - angolo parcheggio
MEZZEGRA 8.30 11.30   strada Provinciale
PONTE LAMBRO 14.00 16.00   piazza Puecher
ROVELLASCA 9.00 13.00   Parco c/o pozzo S. Francesco
SOLBIATE 8.00 12.00   via S. Quirico (parcheggio scuole elem.)
TAVERNERIO 9.00 12.00   c/o Municipio di Tavernerio
TORNO 8.00 18.00   piazza Caronti
UGGIATE TREVANO 14.00 17.30   Uggiate, piazzetta 27 Gennaio
UGGIATE TREVANO 14.00 17.30   Trevano, via 1° Maggio (piazzale Centro Civico)
VALMOREA 9.00 12.30   via Roma (c/o Posta)
VENIANO 14.00 17.30   piazza Largo Europa Unita


domenica 21 ottobre 2012

Località dalle alle   Indirizzo
ALBAVILLA 9.30 12.00   via Milano parcheggio cimitero
ALBIOLO 8.00 12.00   Largo 20 settembre (fronte scuole)
ALZATE BRIANZA 14.00 18.00   strada Provinciale vicino alle Poste
ANZANO DEL PARCO 10.30 16.00   piazza Libertà
APPIANO GENTILE 8.30 12.30   piazza Libertà angolo via Diaz
ARGEGNO 9.00 18.00   Monumento al Vassena
AROSIO 9.00 13.00   viale Grandi Invalidi (area antistante ex Municipio)
ASSO 9.00 16.00   via Circonvallazione
BEREGAZZO CON F. 8.00 12.00   Figliaro, via Milano (fronte Bar Incontro)
BELLAGIO 9.00 12.00   Lungolago Europa (a fianco traghetto)
BINAGO 8.00 12.00   via C. Battisti (parcheggio autoscuola Catelli)
BREGNANO 9.00 13.00   piazza 4 Novembre
BULGAROGRASSO 9.00 17.00   piazza Risorgimento
CADORAGO 9.00 19.00   Largo Clerici (area antistante Coop di Consumo)
CANTU' 9.00 12.30   piazza Piave
CANTU' 9.00 12.30   piazza Volontari della Libertà
CANTU' 9.00 12.30   Mirabello, davanti Cassa Rurale
CANZO 8.00 12.00   via Mazzini  
CAPIAGO INTIMIANO 9.00 18.00   Capiago, piazza Volontari del sangue
CARBONATE 9.00 13.00   piazza Europa Unita
CARUGO 9.00 12.00   parcheggio davanti alla Chiesa
CASLINO D'ERBA 8.00 12.00   piazza Vittoria
CASTELMARTE 8.00 12.00   via Roma
CERMENATE 8.00 13.00   piazza 20 Settembre
CERNOBBIO 10.00 13.00   piazza Mazzini - portici ex Posta
CIRIMIDO 9.00 13.00   via della Fossa
COMO 9.00 12.30   piazza Duomo
COMO 9.00 12.00   Rebbio - via Risorgimento
COMO 9.00 12.00   Albate - marciapiede edicola
COMO 9.00 12.00   Lora, via Don  Bosco
CUCCIAGO 9.00 13.00   via per Cantù c/o piazzale dei Caduti
DOMASO 9.00 13.00   loc. Madonnina (parcheggio)
DONGO 9.00 13.00   piazza Paracchini
DONGO 9.00 13.00   piazza Matteri
ERBA 9.00 18.00   piazza Mercato
EUPILIO 13.30 15.00   via Diaz 
FAGGETO LARIO 8.00 18.00   fraz. Palanzo, piazza Cav. Fasola
FALOPPIO 9.00 12.00   Camnago, via principale (c/o Chiesa)
FINO MORNASCO 9.00 13.00   piazza Tessitura
GERA LARIO 9.00 13.00   via Statale Regina
GRAVEDONA ED UNITI 9.00 13.00   viale Stampa zona Molo (di fronte alla Banca)
GRAVEDONA ED UNITI 9.00 13.00   piazzale Supermercato
GUANZATE 8.00 13.00   piazza Partigiani
INVERIGO 8.00 14.00   piazza S. Ambrogio 
LAMBRUGO 15.00 18.00   via Briantea
LEZZENO 9.00 12.00   loc. Chiesa 11 - piazzale Comunale
LOCATE VARESINO 9.00 13.00   piazza Sant'Anna
LOMAZZO 9.00 13.00   piazza Stazione
LOMAZZO 9.00 13.00   Manera, piazza Risorgimento
LONGONE AL S. 13.00 15.00   via Diaz 
LURAGO D'ERBA 9.00 13.00   via Mazzini - parcheggio della Chiesa
MARIANO COMENSE 9.00 19.00   piazza Roma
MARIANO COMENSE 9.00 18.00   via Sant'Ambrogio
MARIANO COMENSE 9.00 13.00   via Porta Spinola - angolo parcheggio
MARIANO COMENSE 9.00 13.00   via Sant'Alessandro
MENAGGIO 14.00 17.00   piazza Garibaldi
MERONE 10.00 12.30   via Appiano 22
MONGUZZO 9.00 12.00   piazza della Chiesa
MONTANO LUCINO 9.00 13.00   Lucino, SS Briantea vicino all'edicola
MONTORFANO 9.00 12.00   parcheggio di via Brianza
MOZZATE 9.00 12.00   piazza della Chiesa
NESSO 9.00 13.00   piazza Castello
NOVEDRATE 9.00 12.00   via Isimbardi - parcheggio del Comune
OLGIATE COMASCO 8.00 12.00   via V. Emanuele (lato Rapid Foto)
OLTRONA S.MAMETTE 8.30 12.30   piazza Libertà
PARE' 9.00 12.00   piazza della Chiesa (fronte Ufficio Postale)
PLESIO 9.00 18.00   via Provinciale
PUSIANO 9.00 12.00   piazza Lago (via Mazzini)
RONAGO 9.00 12.00   piazza Municipio
ROVELLASCA 9.00 13.00   Parco c/o pozzo S. Francesco
ROVELLO PORRO 8.00 13.00   piazza Rovello
SAN FEDELE INTELVI 9.00 12.30   piazza centro paese
SAN FERMO DELLA B. 9.00 13.00   piazza 27 Maggio
SCHIGNANO 9.00 12.30   piazza
SORICO 14.00 17.00   piazza C. Battisti/via Statale
TAVERNERIO 9.00 12.00   Strada Provinciale c/o bar Leo
TURATE 8.00 13.00   via Vittorio Emanuele (area fontanella c/o Comune)
VALBRONA 8.00 12.00   piazza Mercato
VENIANO 14.00 17.30   piazza Largo Europa Unita
VERTEMATE CON M. 9.00 16.00   Minoprio, via Mantica angolo bar Misinto
VILLA GUARDIA 8.00 12.00   via Tevere (lato piscina)


La rivoluzione parte dal Nord - 12 progetti concreti per far ripartire il Nord

Ecco i 12 progetti, frutto del lavoro dei gruppi tematici degli Stati Generali del Nord, presentati dal Segretario Federale della Lega Nord, Roberto Maroni al Lingotto:

1. L’euroregione Nord: locomotiva per l’Europa delle regioni
Istituire l’Euroregione Nord, costituzionalmente autodeterminata, che definisce le proprie politiche e opera con regole certe per rilanciare efficienza e sviluppo

2. La ricchezza del Nord deve far crescere il Nord
Trattenere a livello regionale il 75% delle tasse pagate dai cittadini e dalle imprese dell’Euroregione per investire nello sviluppo

3. No all’accanimento terapeutico sulle imprese decotte
Eliminare i sussidi alle imprese senza futuro per incentivare l’innovazione, le esportazioni e la ricerca

4. Imprese più forti nel Nord
Introdurre subito una fiscalità di vantaggio per i territori del Nord, per contrastare la delocalizzazione delle imprese

5. Per il Nord solo banche vere
Commissariare le banche che non sostengono le imprese produttive del Nord nell’accesso al credito

6. Meno stato, meno sprechi, più federalismo
Tagliare un milione di dipendenti pubblici delle regioni non virtuose, in base al rapporto con il Pil regionale e con il numero di abitanti

7. Burocrazia zero
Azzerare la burocrazia significa prima di tutto rispetto rigoroso dei termini di pagamento da parte del pubblico

8. Nuove infrastrutture globali
Realizzare infrastrutture integrate attraverso regole semplici, tempi certi e appalti a Km Zero, assicurando il libero accesso alle reti infrastrutturali a  tutti gli operatori: dai treni alla banda larga

9. Più futuro per i giovani
Dare futuro ai giovani: zero IRPEF per l’assunzione di giovani sotto i 35 anni per i primi tre anni di lavoro

10. Lavoro e previdenza: modello Nord
Passare da contratti collettivi nazionali a contratti territoriali e riformare il sistema pensionistico su base regionale

11. Alta velocità dalla scuola al lavoro
Introdurre un nuovo sistema scolastico su base regionale, collegato al mondo delle imprese, che premi economicamente il merito e si basi sulla valutazione degli insegnanti anche da parte dei cittadini

12. Politica a costo zero
Drastico taglio ai  costi della politica:
- Dimezzare i parlamentari
- Ridurre i consiglieri regionali con le macroregioni
- Senato federale a costo zero

PRIMA IL NORD – Verso gli Stati Generali del Nord

PRIMA IL NORD - Verso gli Stati Generali del Nord

Individuare soluzioni concrete ai problemi concreti del Nord.

Per questo nascono gli Stati Generali del Nord. I nuovi problemi non possono essere risolti con vecchie soluzioni. Dal confronto nascono le idee, dalle sinergie le soluzioni: con il contributo della società, delle categorie economiche, sociali e produttive del Nord, con tutti coloro che mettono il Nord prima di qualunque altra cosa, nella consapevolezza che non sarà il più forte a sopravvivere ma il più veloce a rispondere al cambiamento. Per un Nord unito, attivo, indipendente.

PRIMA IL NORD - Verso gli Stati Generali del Nord

Nuovo Welfare
PRIMA IL NORD - Nuovo WelfareNuovo Welfare, equità e giustizia sociale. L’accesso ai servizi socio sanitari, la riforma degli ammortizzatori sociali, del welfare to work, della formazione permanente in ogni fascia di età, dell’istruzione, dell’assistenza per le persone in difficoltà. Un sistema equo e solidale pensato per chi ne ha bisogno. E per coloro che lo meritano. Oggi il Nord è evidentemente discriminato a favore di regioni meno produttive e meno efficienti. Doppiamente discriminato in quanto si fa interamente carico della solidarietà statale e in quanto continua a perdere importanti quote di servizi a favore dei propri cittadini. La Questione Settentrionale sarà risolta solo se al Nord verrà dato quanto gli spetta.
Qual è la tua idea di Welfare? Come costruiremo insieme il nuovo Welfare del Nord?

Riforma fiscale, lavoro e sviluppo economico
PRIMA IL NORD - Riforma fiscale, lavoro e sviluppo economicoRiforma fiscale, lavoro e sviluppo: temi imprescindibili per il sistema socio-economico del Nord per le lavoratrici e i lavoratori, artigiani, commercianti, piccoli e grandi imprenditori che in ogni settore generano quella ricchezza che ci ha reso una potenza mondiale. Per garantire sviluppo e crescita, ora più che mai, la Questione Settentrionale deve essere affrontata e risolta.
Alcuni spunti a proposito dei quali chiediamo il tuo parere:

  • per aumentare la competitività nel mondo globalizzato abbattere il carico fiscale sul reddito da lavoro, sulle piccole e medie imprese del Nord;
  • commissariare le aziende di credito che, pur avendo usufruito dei fondi Bce a tassi agevolati, privilegiano la compravendita di titoli di Stato al finanziamento alle imprese.

Nord-Sud Europa
PRIMA IL NORD - Nord-Sud EuropaL’Europa dei burocrati e dei banchieri ha esaurito il suo ciclo vitale, ha fallito, così come hanno fallito gli Stati nazione che si sono rivelati i becchini di una vera unione federale rispettosa della volontà delle genti e dei territori che la compongono. Noi crediamo che il fallimento dello Stato nazionale sia il presupposto affinché finalmente possa nascere l’Europa dei Popoli di cui le Euroregioni, e noi tra esse, siano il mattone fondamentale su cui costruire una unione politica che ci consenta di competere con le altre potenze economiche e demografiche.
Il dualismo tra Nord e Sud secondo noi si affronta con il federalismo che genera efficienza, trasparenza nell’allocazione delle risorse pubbliche ed è veicolo di sviluppo;
Vorremmo riflettere circa un’Europa in cui:

  • siano tutelate le imprese manifatturiere del Nord dalla concorrenza sleale dei paesi emergenti così come fanno gli Stati Uniti;
  • il Parlamento faccia effettivamente le leggi e il Governo sia un vero esecutivo e non la somma dei singoli interessi di Stati sull’orlo del fallimento.

E tu come immagini l’Europa del futuro?

Giovani e futuro
PRIMA IL NORD - Giovani e futuroI giovani del Nord si impegnano, sanno faticare e vogliono faticare, non chiedono l’aiuto di nessuno. In un Paese sempre più ripiegato su se stesso dove sembra impossibile poter decidere del proprio futuro noi proponiamo di:

  • investire di più e meglio in ricerca ed educazione;
  • introdurre nel sistema scolastico e universitario la concorrenza, con l’abolizione del valore legale del titolo di studio, e la meritocrazia perché tornino ad essere efficienti strumenti di crescita economica, sociale e culturale;
  • liberare le enormi potenzialità di crescita e la creatività delle nuove generazioni oggi nella stragrande maggioranza esclusi dal mercato del lavoro e marginalizzati dal potere economico e politico.

Infrastrutture materiali e immateriali
PRIMA IL NORD - Infrastrutture materiali e immaterialiIl Nord è la Regione più ricca e avanzata d’Europa. Offre i migliori servizi, è solidale con chi si riconosce nei suoi valori e nelle sue tradizioni. Crea opportunità di crescita culturale ed economica impareggiabili. Tutto questo nonostante il momento di difficoltà congiunturale e il carico fiscale senza pari da parte di uno Stato vorace ed inefficiente.
Noi vogliamo scommettere su un nuovo impianto infrastrutturale, capace di fare del Nord il volano della nuova Europa.
Queste alcune delle proposte in campo:

  • ridurre la spesa pubblica partendo dalle inefficienze dello Stato centrale;
  • introdurre un sistema di monete complementari per creare un circuito parallelo all’euro come le 23 oggi già circolanti in Germania e il nuovo progetto di Nantes, in fase di finalizzazione;
  • dotare il Nord di un sistema di infrastrutture tali da garantire mobilità interna e comunicazione con le grandi aree economiche europee;
  • difendere i patrimoni dei nostri comuni, come l’acqua – che deve rimanere pubblica – e garantire i servizi di base a chi ha meno;
  • cancellare il patto di stabilità che affama i comuni virtuosi del Nord.

Identità, storia e culture
PRIMA IL NORD - Identità, storia e cultureDifendere la nostra cultura e la nostra identità significa combattere l’immigrazione clandestina, senza ipocrisie mascherate da solidarietà; lottare per il diritto inalienabile alla sicurezza sociale ed economica. In ogni società la cultura di riferimento è termine di paragone socio-economico nel tutelare radici comuni e stabilire criteri fondamentali per una pacifica convivenza.
Sappiamo che una comunità poco attenta alla propria storia e alle proprie tradizioni è una società destinata alla divisione, all’ingiustizia e al disordine sociale.
Preservare la nostra identità è una responsabilità di cui tutti devono farsi carico. Capire in che modo e con quali misure concrete occorre difendere la nostra identità è la sfida che ci attende negli anni futuri.

http://www.primailnord.org/

La Padania sulle orme di Miglio

Sabato 15 settembre 2012, presso villa Camilla a Domaso (CO), siete tutti invitati a partecipare all'importante iniziativa, La Padania sulle orme di Miglio, organizzata dai Giovani Padani della nostra provincia alla quale sarà presente il nostro Segretario federale On. Roberto Maroni.
"Il 15 settembre 1996 è stato per noi un nuovo 25 aprile. Il Nord ha detto per la prima volta in modo chiaro basta alla distruzione della nostra cultura, all'annientamento delle nostre identità, all'occupazione del nostro territorio da parte del centralismo romano.
Quella data resta e ci porta oggi a dettare condizioni precise a Roma e Bruxelles: servono una nuova Europa e un nuovo Euro, non accettiamo più il saccheggio del Governo come è successo con l'Imu e vogliamo una Lombardia forte nella nuova macroregione del Nord, forte anche del 75% delle tasse che chiede di tenere in casa propria per i lombardi. Questo è il filo rosso che lega il 15 settembre 1996 al "Prima il Nord" di oggi".
Così Lucio Brignoli, coordinatore federale del Movimento giovani padani annunciando il convegno in ricordo di Gianfranco Miglio che si terrà domani, alle ore 11.00, a Domaso. Presente il segretario federale Roberto Maroni insieme a Gilberto Oneto e Stefano Bruno Galli "Essere indipendenti oggi vuol dire portare a termine azioni concrete di libertà - aggiunge Eugenio Zoffili, coordinatore lombardo MGP - Il 20 e 21 ottobre raccoglieremo le firme per tre proposte di legge su euro, imu e tasse lombarde. É il momento di passare dalle parole ai fatti contro la tirannia di Monti e di Bruxelles".