Home

Lettera del Segretario Provinciale ai Militanti

Carissimi Militanti,
le elezioni appena concluse ci hanno portato in dono uno straordinario risultato, anzi oserei dire storico, sul quale abbiamo costruito molte delle nostre aspettative e speso moltissime energie: la vittoria della Lega Nord e del nostro segretario federale Roberto Maroni in regione Lombardia. Ma quello che ora si presenta come un successo netto, non lo era certamente fino a qualche giorno fa. E soltanto noi sappiamo quanta fatica e quanta passione abbiamo messo in questa battaglia, quanti sacrifici, quante serate e ore abbiamo tolto alle nostre famiglie per rincorrere questo traguardo. Ecco perchè questo risultato ci deve riempire ancor più di orgoglio e soddisfazione.
Come tutti sappiamo, arrivavamo da un anno difficile per il nostro Movimento, il peggiore della nostra storia, e con queste elezioni, fra l’altro cadute in pieno inverno, ci giocavamo molto, non penso di esagerare se affermo che era in ballo la nostra stessa sopravvivenza. Avevamo contro tutti, abbiamo subito attacchi vergognosi, il mondo intero sembrava coalizzato contro di noi e molti ci davano ormai per morti. Ma si sa, quando qualcuno ci da per finiti, quando si da la Lega per finita, ebbene, avviene sempre qualcosa di straordinario a smentire le cassandre. Così oggi possiamo dire di avercela fatta, di aver messo le basi per ripartire, di aver contribuito ad un nuovo inizio che prenderà avvio dal nostro territorio, da quella che è la Regione più produttiva e operosa del Paese, per realizzare il sogno della Macroregione del Nord.
Da parte mia sono fiero di rappresentare la militanza comasca di cui faccio parte, la valorosa militanza comasca, che ancora una volta ha dato prova di grande responsabilità e attaccamento al nostro Movimento.
Per questo vi dico grazie, grazie Militanti comaschi, grazie ai Segretari e grazie a tutti i nostri candidati, a chi ce l’ha fatta (e mi riferisco a Dario per la Regione e a Nicola per la Camera, dove ci saremo e continueremo a far sentire la nostra voce) e, soprattutto, a chi non è stato eletto ma che ha dato l’anima in questa campagna elettorale, in qualche caso, come per Camera e Senato, già sapendo di non avere alcuna possibilità di elezione. Un plauso perciò è doveroso per Erica, Angelo, Evelina, Elio, Eugenio, Claudia, Igor, Mauro, Mario, Ivano e Enrico, guerrieri indomiti, per il lavoro svolto e per l’impegno e la serietà dimostrati.
Da oggi, poi, abbiamo qualche certezza in più, quella di far parte di una famiglia che sa dare il meglio di sé nei momenti difficili e quella di avere come Governatore della nostra Regione Roberto Maroni, che ha ridato a tutti noi una nuova speranza.
Da oggi ripartiamo, per recuperare il consenso laddove lo abbiamo perso.
Da oggi si scrive una nuova pagina di storia e noi siamo e saremo ancora una volta protagonisti.

Con grande affetto,
Cristian Tolettini
Segretario provinciale di Como

MARONI Governatore della LOMBARDIA: Missione compiuta

MARONI Governatore della LOMBARDIA: Missione compiuta
"Missione compiuta". Roberto Maroni
apre così la conferenza stampa per commentare i risultati della consultazione elettorale che lo ha visto trionfare alle regionali in Lombardia. "Missione compiuta: questo era ciò che la Lega voleva, questo era il nostro obiettivo strategico, in coerenza con la linea politica uscita dal congresso riassunta nello slogan ‘Prima il nord’", ha detto il neo presidente.
"Da oggi si apre una pagina nuova, abbiamo aperto una fase nuova nella storia della Lega e del Nord", ha proseguito il segretario della Lega Nord. "Dipenderà da noi - ha aggiunto - realizzare l’obiettivo della macro-Regione. Il 75% delle tasse rimarrà qui. Eravamo consapevoli dell’alto rischio e della forza che avevamo".
Maroni, spiegando che in questo modo "abbiamo salvato la Lega", ha voluto fare una dedica speciale. "Questa è una grande vittoria di tutti i militanti della Lega, non sono abituato a dedicare le vittorie, ma questa voglio dedicarla a un amico, a una persona speciale, il capo della Polizia, Antonio Manganelli, a cui mando un affettuoso abbraccio", ha detto mentre accanto a lui si accomodava Umberto Bossi.
"Mi ha chiamato Umberto Ambrosoli per complimentarsi con me. É un gesto che apprezzo - ha continuato il segretario del Carroccio -. Gli ho garantito, se rimarrà in Consiglio regionale, un rapporto di leale collaborazione nel rispetto dei ruoli nell’interesse dei cittadini lombardi". Maroni ha voluto però sottolineare "la Lega non è disponibile a un governo di larghe intese o a inciuci di vario tipo". "Quello di Roma sarà un governo debole, il nostro sarà un governo forte", ha aggiunto.
Quanto al suo futuro a proposito del suo ruolo di segretario del partito, ha spiegato: "Ho dato la mia disponibilità e la confermo, il mio mandato è a disposizione del Consiglio federale"
Di seguito i link per visualizzare i risultato delle elezioni regionali 2013:
http://elezioni.interno.it/regionali/scrutini/20130224/R03.htm

Elezioni 2013 - Camera e Senato

Elezioni 2013 - Camera e SenatoDi seguito i link per visualizzare i risultato delle elezioni politiche 2013:
- risultati Camera
http://elezioni.interno.it/camera/scrutini/20130224/C000000000.htm
Nella circoscrizione Lombardia 2, per la LegaNord, sono eletti 6 deputati compreso il comasco Nicola Molteni
- risultati Senato
http://elezioni.interno.it/senato/scrutini/20130224/S000000000.htm
In lombardia per la LegaNord sono eletti 11 senatori

Il 24 e 25 febbraio 2013 Vota e fai Votare LegaNord

Il 24 e 25 febbraio 2013 Vota e fai Votare LegaNord